Mari ha limitate possibilità di agire?

Su Mari abbiamo scritto parecchio perché ammettiamolo, ormai al gatto miope e schizzato vogliamo un gran bene. Certo lo dimostriamo vessandola, ma qui è la prassi, lo sapete.
Tolta la nostra incapacità a priori di odiare un personaggio di Evangelion,  sia pur esso l’ultimo arrivato, la verità è che come gran parte dei fan riponiamo in lei grandi speranze, perché in quanto a unico elemento totalmente estraneo – e quindi imprevedibile – sarebbe la candidata ideale per innescare nel Rebuild il deus ex machina che un po’ tutti aspettiamo.
Proprio per questo, sin dalla prima volta che la pazza è comparsa cantando sui nostri schermi, ci siamo fatti una domanda: se sei così importante, allora perché in nome di dio non fai niente? Solo in seguito alla visione di 3.0 è arrivata l’illuminazione… o, beh, almeno la scintilla nell’oscurità: e se il compito di Mari fosse proprio quello di non fare niente?

Mari in 2.22: You can (not) advance

Cominciamo dall’inizio, vale a dire dall’entrata in scena di Mari e dal suo primo incontro col resto del cast… che però, come ricorderete, è un “incontro” con riserva. Di fatto, vediamo Mari interagire con due soli personaggi: Ryoji Kaji e Shinji Ikari. Mentre Kaji sembra conoscerla bene (tanto da definirla una “piantagrane”) Shinji non ha praticamente il tempo di rendersi conto di quel che è successo che lei è già sparita, trascinandosi un paracadute in giro per i corridoi della scuola media comunale di Neo Tokyo-3 (sneaky Mari is sneaky). La prima cosa che fa, salendo sullo 02, è bloccare le comunicazioni con il ponte di comando e anche Rei, nonostante le parli, non sa chi lei sia. Insomma, come già sappiamo la priorità di Mari sembra quella di interagire il meno possibile con il resto del cast, quasi non volesse – almeno per il momento – farsi riconoscere.
Certo non si può dire che in 2.22 Mari non faccia proprio niente, perché in realtà è protagonista di due combattimenti davvero spettacolari come messa in scena, ma pensandoci bene nessuno dei due porta a un’evoluzione nella trama. Anzi – e qui vi voglio attenti – possiamo vederla così: portano a una non-evoluzione. Che cosa significa? E’ presto detto.

L’Attivazione dello 05

[2.22] Mari attiva l'unità 05.

[2.22] Mari attiva l’unità 05.

Il combattimento ch

e apre il film è un insieme di qualcosa che, basandosi sulla serie, non sarebbe dovuto esistere. Abbiamo un nuovo personaggio (Mari) a bordo di un’unità mai vista (la 05) costruita in una base sconosciuta (quella di Betania) e che combatte un nuovo terzo Angelo. L’Eva 05, in particolare, è completamente diverso da qualsiasi Evangelion mai visto prima: è più veloce, snodabile e si muove in una postura che ricorda le quattro zampe. Anche tolti i deliri di onnipotenza della Nerv giapponese – che manderebbe Gendo e Fuyutsuki stessi a smontare gli Eva rivali con chiave inglese e martello, se necessario – è chiaro che una qualsiasi evoluzione del programma nella base di Betania avrebbe introdotto nella storia cambiamenti sostanziali. In questo senso, quindi, possiamo considerare il combattimento di Mari come un’azione preventiva (ricordiamo che, come suggerito, l’Angelo è stato liberato da Kaji stesso) affinché quelle certe modifiche non avvengano. E poi, certo, un Angelo in libertà – beanché lontanissimo da Lilith, o da qualsiasi cosa sia l’affare nel Terminal Dogma della Nerv giapponese – non fa comodo a nessuno. O almeno si spera.

La battaglia contro Zeruel

Il secondo combattimento di Mari avviene a bordo dell’unità 02 contro Zeruel, l’Angelo che tra le varie cose si pappa in un boccone Rei e lo 00. La situazione è disperata e senza alternative. Zeruel è notoriamente l’Angelo più potente, questo la Nerv lo sa bene e può darsi che lo sappia anche Mari, tant’è che non esita a innescare la modalità Za Beasto (sì, ci ostiniamo a chiamarla così) appena appurata la forza del nemico. Con esagerata facilità, in effetti.

Pensando al solo 2.22 è difficile farci caso, perché in fin dei conti tutte le battaglie con gli Angeli sono potenzialmente mortali, tuttavia Mari ha fin’ora agito solo in due casi di pericolo immediato ed estremo: un Angelo liberatosi in un luogo in cui era la sola pilota e un Angelo troppo forte e fin troppo vicino a Lilith.

Certo, niente di tutto questo ci dice qualcosa sulle sue reali intenzioni, però teniamolo a mente.

Mari in 3.33: You can (not) redo

Dopo la smania di combattere a destra e a manca, mostrata nel film precedente, Mari si trova una principessa, si accasa e ingrossa il culo. Non fisicamente, è ovvio (da stretti plug suit derivano grandi responsabilità), ma non serve un genio per notare che in 3.33 Mari non ha voglia di fare un cazzo. Se ne sta sempre lì sgargiulla, come fosse in gita a Gardaland, a cercare di far chiacchierare Asuka di fatti amorosi, che a quel punto è un po’ come cercare di far chiacchierare Gendo di calciomercato. L’accento che viene posto su questo è fortissimo, tanto che viene da chiedersi: ma vuoi vedere che per una volta ci tengono a farci capire qualcosa?

Ritardo nel fuoco di copertura

Accade nei primi sei minuti del film, che Mari trascorre in gran parte cantando una canzoncina.

MARI: “I’m not alone, meow meow! It’s so wonderful, meow meow!

Come saprete benissimo (perché li abbiamo consumati tutti, quei maledetti sei minuti) Asuka le rimprovera di essere in ritardo col fuoco di copertura. Su questo, però, potremmo soprassedere, diciamo che può capitare, anche se Mari non sembra proprio dispiaciuta:

ASUKA: “Il fuoco di copertura era in ritardo di due secondi!”
MARI: “E tu sei tre secondi in anticipo.”
ASUKA: “Si chiama adattarsi alla situazione. Stammi dietro!”
MARI: “Come desideri, principessa.”

[3.33] Mari pianta Asuka da sola, nello spazio, in balia dei Nemesis. Con amici così…

La cosa davvero strana, piuttosto, è la velocità con cui la nostra Networking Four Eyes si ritira nel momento del bisogno, vale a dire quando Asuka le chiede supporto in seguito all’identificazione del Mark.04. Mari non fa passare neppure un secondo prima di gettare la spugna, anzi lo fa di buon grado, come se niente fosse. Addirittura le dice “Non ho abbastanza quota, quindi ci vediamo! Divertiti!” e fa pure l’inchino. Chi non si sentirebbe preso per il culo alzi la mano.

Nel corso del film Mari dimostrerà di tenerci ad Asuka, quindi per quale motivo mollarla così? Anche se non si trovava in buone condizioni di tiro aveva pur sempre un Eva funzionante, perché non tentare di fare qualcosa? Niente, invece. Forse sapeva che Asuka se la sarebbe cavata? O addirittura: sapeva che abbandonarla avrebbe scatenato una reazione dello 01? In ogni caso si è trattata di un’azione pericolosa, e che Mari l’abbia eseguita con questa leggerezza è comunque strano.

Dì almeno “ciao”, accidenti!

[3.33] Mari, canticchiando, spara in faccia al Mark.09.

Il Mark.09 aiuta Shinji a “evadere” dalla Wunder. A Mari viene ordinato di fermarlo, ma ancora una volta fa solo lo stretto indispensabile. Inizialmente lo colpisce, facendogli addirittura saltare la testa. A quel punto, però, realizza che si tratta di un “Contenitore di Adam” (qualsiasi benedetta cosa voglia dire) ed esita a lungo prima di sparargli di nuovo. Anzi in realtà, nonostante i tentativi all’ultimo secondo, sembra quasi che gli lasci apposta il tempo di allontanarsi. Forse si è semplicemente resa conto di non poterlo più raggiungere o danneggiare, chissà. Ma questo tirarsi così facilmente indietro a noi sembra un po’ strano.

L’ultima battaglia, o anche: “Non sforzarti, Mari, che se no ti viene fame”.

Siete invitati nel Terminal Dogma, dove si tiene ogni quindici anni il Festival del Fancazzismo.
Mari, che fin’adesso ha cercato se non altro di salvare le apparenze, in quest’ultima parte del film mi ha ricordato un filosofo dei nostri tempi: “Se oggi me vedi distratto nun ce fa caso, perché nun me va de fa ‘ncazzo.”

[3.33] Mari, come al solito, parla da sola e ci confonde. Il problema è che quando parla con gli altri ci confonde pure di più, quindi chissà che cos’è meglio.

Ancora una volta, Mari è in ritardo col fuoco di copertura. Una cosa deve fare, eppure riesce sempre a sbagliarla. Oltretutto continua a scusarsi svogliata, come per dire “massì, che dopo ti faccio un massaggino ai piedi e mi perdoni”, anche se questa volta tra sé e sé aggiunge:

MARI: “Contenitore di Adam, almeno fermerò il tuo piano.”

Dall’espressione e dal tono di voce si capisce benissimo che è rilassata, sicura di sé, e anche un po’ divertita.Certo, per il suo personaggio quest’ultima non è una novità, ma viste le circostanze questo ci spinge a riflettere: per quale motivo Mari prende tutto sotto gamba? Sembra quasi che quello che le accade intorno per lei sia tanto rumore per nulla. Più ancora che in 2.22  ha una faccia che dice “beh, in qualche modo ce la caveremo, no?”, ma come fa ad esserne sicura? Cosa sa per stare così tranquilla?

[3.33] Mari parla ad Ayanami Type.

Dopo aver sparato in testa al Mark.09 per la seconda volta in che cosa, una settimana?, Mari si rivolge come se niente fosse ad Ayanami Type, invitandola ad andarsene prima di diventare il “Contenitore di Adam” (lo ripete così spesso che uno potrebbe quasi pensare che abbia un senso) (ma tanto in Final se lo scorderanno):

MARI: “Mi senti, pilota di rimpiazzo della Seele? Dovresti andartene di qui, prima di diventare il Contenitore di Adam.
AYANAMI: “No. Non è quello che mi è stato ordinato.”
MARI: “Ma quanto sei rigida. La tua originale era molto più amichevole, lo sai?”
AYANAMI: “Originale? Un’altra me?”

No, non guardatemi così, non ci chiederemo in questo post cosa significhi “la tua originale”, anche se abbiamo almeno due teorie e—NGH! NON LO FAREMO E BASTA!

Visto che “l’importante è divertirsi”, comunque, il picco della giornata di Mari è quando Asuka le accorda il permesso di usare i proiettili A.A. contro l’Eva-13. Peccato che si rivelino inutili (il fatto che l’unità non abbia At-Field sembra stranamente sorprenderla, per un momento), ma non importa, perché Mari in pratica dice “oh, per oggi ho dato” e si rilassa.

[Making of di 3.33] La rassegna del té.

[3.33] Mari se la prende comoda nell'entry plug.

[3.33] Mari se la prende comoda nell’entry plug.

Ecco come la ritroviamo, a bere dalla cannuccia, magari facendoci pure le bolle. Devono essere le cinque p.m., perché da brava inglese Mari ha piantato baracca e burattini per farsi il té. Va bene, l’Angelo è “tutto un nucleo” e quindi non può essere attaccato, ma ancora una volta: Mari, che diavolo sai? Perché io non ci credo che in un caso di pericolo imminente – e questo ne ha tutta l’aria – tu ti metteresti veramente a scegliere la varietà di earl grey.

MARI: “In più, mi interessa vedere quali cose terribili accadranno quando l’ultimo Angelo sarà sconfitto.”

L’ “ultimo Angelo” del quale parla è sicuramente Kaworu, tuttavia poco dopo sembrerà sorpresa scoprendo che si tratta di lui, o meglio, sarà sorpresa del fatto che si tratti di “un anomalo tredicesimo Angelo”. Per affermare questo, tra l’altro, dobbiamo dare per scontato che Mari sappia dello scambio di DSS Chocker, che se ci pensate poi tanto scontato non è.
Torniamo poi, per un attimo, al dodicesimo Angelo. Come pensava che sarebbe stato sconfitto, se ha appena detto che non è scalfibile? Forse sapeva che sarebbe esploso dopo aver raggiunto la forma fetale? O contava sull’Eva-13, o sul fatto che Asuka avrebbe fatto di testa sua? In tal caso, meno male che Asuka non ha detto “ah ok” e non si presa il té pure lei.
Visto che non siamo ancora sufficientemente confusi, Mari si fa seria e parla di Gendo chiamandolo – tenetevi forte – “Gendo-kun”.

Andiamo avanti. E’ innanzitutto doveroso ricordare che il commento di Mari, davanti al Fourth Impact innescato, è il seguente: “oh cacchio, in che casino si sono messi!”. E per una volta non è una mia sintesi, è proprio una citazione. Really, Mari? REALLY?
Asuka ingaggia battaglia contro il Mark.09 e lascia a Mari il compito di occuparsi dell’Eva-13. Lei dice “Roger!” però indovinate? Non fa un bel niente. Almeno fino al momento cruciale, ossia quando si rende contro che la morte di Kaworu non ha chiuso la Porta del Guf. Finalmente Mari perde la calma e recupera fisicamente l’unità, che sta cadendo nel vuoto, dopodiché sacrifica le braccia dello 08 per sbloccare con la forza l’unità e infine viene coinvolta nell’esplosione. Nel mentre, fa pure un bel discorsetto a Shinji:

MARI: “Datti una regolata, Cagnolino! Smettila di fare il bambino! Almeno salva la Principessa! Sei un uomo, no?! E già che ci sei, impara come funziona il mondo!”

Questo è l’unico momento in cui, forse, Mari va vicina a calare la maschera. O meglio, la sposta almeno un pochino, forse perché il momento è davvero, ma davvero critico, e persino lei se la sta facendo sotto. Perché dico questo? Innanzi tutto perché, mi sembra ovvio, Mari non si era mai rivolta così seriamente a qualcuno fin’ora. Parla come “gli adulti” (che in 2.0 la seccavano tanto), dicendo una cosa tipicamente da genitore/insegnante/persona over 30 (ma che dico, over 25) che abbiate incontrato sulla vostra strada quando eravate adolescenti: “Impara come funziona il mondo”. Non solo. Utilizza un’espressione che noi ricordiamo bene per via di Asuka nella serie – “sei un uomo, no?!” – e, sempre a proposito di Asuka, fa un’affermazione un po’ strana, ossia “Almeno salva la Principessa”. Ebbene, questo è forse il primo momento dall’inizio del film in cui Asuka non sta rischiando la vita (a parte se continuasse il Fourth Impact, certo, ma quello sarebbe un problema di tutti). Ha espulso l’entry plug, che come sappiamo è il luogo più sicuro possibile, ed è ormai lontana. Inoltre, considerando che Mari l’ha piantata in asso nello spazio e sotto attacco, difficilmente si riferirà a un possibile atterraggio brusco, no?  Perfetto, allora a che diavolo si riferisce? A qualcosa che accadrà o che potrebbe accadere, senz’altro. Qualcosa che forse, per l’agitazione, si è lasciata scappare, o col quale pensava di smuoverlo. Certo che, tra lei e Kaworu, se stavano zitti era meglio.
Insomma, dopo aver cazzeggiato per un’ora e mezza, Mari arriva e salva capra e cavoli in extremis. A voi sembra normale?

Teoria: Mari ha limitate possibilità di agire

A noi no, e infatti abbiamo una teoria. Eh sì, è più forte di noi. La teoria è riassunta qui sopra, semplice e chiara: Mari ha limitate possibilità di agire. In che senso? In senso letterale: ci sono cose che può e non può fare. Il motivo, certo, quello è tutto da discutere. Abbiamo considerato varie possibilità, ma quella che ci sembra più probabile è che Mari possa interferire solo in minima parte con il corso degli eventi (“della linea temporale”, aggiungerei, se vogliamo considerare la teoria del loop) (e noi questa semplice regola dei viaggi nel tempo l’abbiamo imparata da piccoli grazie a Ritorno al Futuro, non è così?). Abbiamo visto che, in un certo senso, Mari prende veramente la situazione in mano solo quando non ci sono alternative: un Angelo e un’unità “estranei” da eliminare (in un luogo in cui è l’unica pilota) un altro Angelo particolarmente potente che avanza spedito verso il Terminal Dogma (e con almeno un pilota in meno di cui è certa, ossia quello a cui ha preso l’unità) e, beh, la fine del mondo. Mari, in tutto questo, guarda sempre avanti. Sembra sapere, l’abbiamo ripetuto fino alla nausea, e sembra quasi che stia verificando uno a uno i passaggi per arrivare a…che cosa? E chi lo sa. Ma al momento noi siamo abbastanza certi che stia aspettando un evento in particolare, e che solo a quel punto il suo intervento sarà esplicito e necessario, anzi è possibile che lei esista nel mondo del Rebuild proprio per modificare quell’evento. Quale potrebbe essere, questo evento? Chi lo sa, forse lo scopriremo in Final. Vogliamo tirare a indovinare? Facciamolo, dai: secondo me, Asuka c’entrerà qualcosa.

Categorie Rebuild of Evangelion, RoE: Teorie

48 commenti

  • Al solito articolo eccellente 😀
    Era una cosa a cui avevo pensato anche io guardando Q ma il vostro approfondimento è al solito eccezionale 😀

    Mi permetto di dire due cose 😀

    Prima: secondo me lo 08 avendo raggiunto una quota bassa al limite si trova giusto in orbita (ma secondo me no), ma non credo possa spostarsi fisicamente. Asuka per farlo ha avuto bisogno dei razzi e di ‘attraccare’ il Tesseract dell’Eva 01. Credo che in effetti lo 08 non potesse fare proprio niente ;____; se c’è qualcuno più ferrato di me in astronomia mi corregga pure >//<

    Seconda: se non ho capito male il giapponese, Mari dice 'ja' e 'oni', che 'usciranno': due modi per dire maligno (oni sono proprio demoni) ovvero non si sa quale accidenti di malvagità potrebbe uscire una volta sconfitto l'ultimo angelo. In pratica la frase suonerebbe 'chissà che tipo di demone o mostro verrebbe fuori se sconfiggeste l'ultimo angelo'. Ho trovato questa frase sempre tradotta in modo poco 'aderente' in tutti i fansub, quindi non so se sbaglio io, a me è parso di capire così…

    • Anch’io avevo interpretato così la parola “oni” nella frase, magari riferendosi al fatto che, con la morte del 12° angelo, si sarebbe risvegliato il 13° (Che ora sappiamo essere Kaworu degradato da 1° a 13°), e si chiedeva quanto potesse essere potente.

    • CaskaLangley on 21 Giugno 2013 at 7:05 pm said:

      Reply

      Thanks :3
      Dunque, sulla prima: sì, infatti più che altro pensavo alla tranquillità con cui se ne va, più che all’effettiva possibilità di fare qualcosa. Insomma, regola vorrebbe che se lasci un compagno nella merda, almeno ti dimostri SERIAMENTE dispiaciuta X’D
      Sulla seconda: not my division X’D

  • Gendo che parla di calcio mercato. Sto ridendo ancora. Comunque si, questa è una delle cose più palesi dei tre film: Mari la sa lunga e io credo proprio che la donna nella foto di Fuyutsuki sia lei. Non potrebbe essere un asso nella manica della buona anima di Kaji che sa chi è e l’ha lasciata li per il momento giusto in previsione del progetto Wunder?

    • oddio, che angoscia leggere “la buona anima di Kaji” XD
      non si sa se nel Rebuild sia vivo o morto, per quanto ne sappiamo potrebbe essere sopravvissuto, quindi non scaviamogli la fossa, please ;__;”

      • plain Andrea on 22 Giugno 2013 at 12:25 am said:

        Reply

        per quanto può valere, ti appoggio. e non sono un fanboy di Kaji ovviamente ahah.. sinceramente credo non solo che Kaji sia ancora vivo, ma che abbia anche avuto un ruolo fondamentale nell’acquisizione nella Wunder, e che continui ad avere un qualche ruolo parzialmente deus ex machina che verrà rivelato nel Final.
        Sinceramente non credo che Anno abbia fatto citare Kaji al pelatone addetto ai motori della Wunder soltanto per omaggiarlo, o per l’inutile specificazione della fonte dal quale proviene l’informazione che “katsuragi è un capitano interessante”.

  • Ah beh, se vogliamo tirare ad indovinare.. Secondo me, la sua missione è quella di far si che la storia smetta di ripetersi, insomma, è la variabile che deve far uscire il mondo dal loop in cui si trova, per questo fa solo il minimo indispensabile senza esporsi troppo, sa che la sua presenza ad un evento X è più importante di, magari, esporsi al mark 4 aiutando Asuka.
    Ovviamente sono teorie campate in aria, ma finché non fanno male a nessuno teorizziamo 😛

    • CaskaLangley on 21 Giugno 2013 at 7:09 pm said:

      Reply

      Sono d’accordo anch’io sul fatto che voglia fermare la ripetizione della storia (il tipico intento che Kaji potrebbe condividere) anche perché BASTA XD

  • Francesco on 21 Giugno 2013 at 11:43 am said:

    Reply

    Bell’articolo, chissà se un giorno grazie a Final ne sapremo di più su Mari (ah! Ah! Ah!)

    Ma come avete fatto a scoprire che quel cubetto rosa serviva a scegliere le varietà di the’ o_0′ ?
    Io mi ero illuso che mostrasse qualche dato sull’Angelo o sulla battaglia in corso…

    Comunque la citazione di Biascica mi ha fatto rotolare per terra, se qualcuno mai ridoppierà Evangelion Q con le voci in romano quella sarebbe la frase perfetta da far dire a Mari nello spazio o nel dogma 😀

    • Anch’io per mesi e mesi mi sono illusa che Mari stesse usando qualche sofisticata tecnologia per analizzare l’Angelo, in quella scena. Insomma, si vede che l’Eva-08 è il più fighetto (ha addirittura gli interni rosa!) e dotato di mille funzionalità ipertecnologiche.
      E invece.

  • KristianKensei on 21 Giugno 2013 at 12:23 pm said:

    Reply

    Gran bell’articolo!

    Io penso che lei sappia molto di più di tutti gli altri children, magari quanto gendo, e per questo è sempre così tranquilla. Oppure potrebbe essere anche una sua peculiarità caratteriale, in fondo per caratterizzarla in maniera diversa da shinji, rei e asuka, soprattutto da quest’ultima, che se la prende per ogni cosa, potrebbero aver deciso di caratterizzarla come una menefreghista in senso assoluto. “Il mondo finisce? Beh, pazienza!”. O forse entrambe le cose XD

  • plain Andrea on 21 Giugno 2013 at 12:25 pm said:

    Reply

    ieri, sottoponendomi per l’ennesima volta al piacere ed alla tortura di guardare EoE, durante l’ultima battaglia, e precisamente durante la scena in cui Shinji come suo solito è rannicchiato in un angolino, immobile, vicino allo 01, e Asuka grida “baka-Shinji is nowhere to be found!” mentre se la vede con quei mostri disgustosi degli Evaseries, mi è venuta in mente Mari che dice a Shinji all’interno del 13 “almeno aiuta la principessa”.
    Niente, ho spontaneamente fatto questo accostamento di scene per ovvi motivi.
    Poi, pensando alla teoria dei loop, mi è venuto da pensare: non è che Mari ha detto quello che ha detto per lo stesso motivo per cui l’ho pensato io?

    • CaskaLangley on 21 Giugno 2013 at 7:10 pm said:

      Reply

      E’ *assolutamente* quello a cui abbiamo pensato Lift e io dal primo momento X’D soprattutto in relazione alle parole che dice Asuka alla fine: “Non sei venuto a salvarmi”.

      • Confermo XD Shinji ha un debito enorme nei confronti di Asuka che si porta dietro, dando per buona la teoria del loop, fin dalla serie.
        Non l’ha aiutata contro gli Evaseries, non l’ha aiutata quando è stata attaccata da Bardiel (perchè non poteva, certo, but still, non è riuscito a fare nulla per lei) e non l’ha aiutata in Q, anzi, non ha ascoltato una sola parola di ciò che lei gli ha detto e si è approfittato del momento in cui lo 02 aveva le batterie scariche per colpirla… insomma, se Shinji ha mai fatto qualcosa per Asuka, è stato danneggiarla e ferirla. E alla fine lei torna comunque indietro a tirarlo fuori dall’entry plug.
        Se Shinji vorrà davvero rimediare ai suoi torti e ottenere la redenzione, una delle sue “penitenze” sarà sicuramente fare qualcosa di buono per Asuka (probabilmente salvarla, come dice Mari).

      • plain Andrea on 21 Giugno 2013 at 9:24 pm said:

        Reply

        sì sì esatto, avevo pensato anche al “non sei venuto a salvarmi”, un’ osservazione troppo ovvia per non nascondere qualcosa oltre l’ovvietà superficiale, poi ho dimenticato di citarla nel commento!
        ora, care mie, mi aspetto che il buon Anno completi la sua opera in un’ottica dichiaratamente e chiaramente loop, perché ormai le coincidenze sono così tante e così sensate che sarebbe una delusione immane vederle cadere nel vuoto.
        Anno non fare il troll che ti inimichi un’intera generazione di oldfags…

  • FrozenBrain on 21 Giugno 2013 at 5:54 pm said:

    Reply

    Mari, Mari, Mari, come sei inutile Mari… :p

    Sono d’accordissimo che il fancazzismo di Mari sia effettivamente un pò sospetto; questo suo atteggiamento da precisina-so-tutto-io che poi c’è o non c’è non lo nota nessuno.

    Come giustamente notato sia in questo che in altri articoli Mari non solo è più grande degli altri piloti ma attraverso i suoi commenti ci lascia intendere che abbia avuto contatti con la generazione precedente del cast (Yui, Gendo etc..). Piuttosto che considerarla una sorta di viaggiatrice del tempo o chissàcosa la mia modestissima opinione è che Mari sia uno dei primissimi piloti delle unità Eva e che per effetto della maledizione degli Eva (una new entry nei mindfuck della serie) sia rimasta giovane fisicamente, come accade al resto dei children. In Q dovrebbe quindi avere tra i 40 e i 50 anni.

    • CaskaLangley on 21 Giugno 2013 at 7:11 pm said:

      Reply

      Potrebbe essere. Io in generale tendo ad accantonare la “maledizione degli Eva” non perché non la ricordi, ma perché in realtà non ne sappiamo niente…preferisco non andarci troppo decisa, ecco X’D

    • Anch’io penso che Mari in qualche modo abbia già le mani in pasta con la Nerv da mooolto tempo e che abbia già conosciuto Yui e Gendo. Un altro indizio sono le due canzoni che canta all’inizio di 2.22 e 3.33, entrambe molto vecchie…

  • Mangiare e bere a sorsate immersi dentro l’LCL deve far abbastanza schifo ;P
    Come farebbe a fare le bollicine poi? xD

  • “La mia modestissima opinione è che Mari sia uno dei primissimi piloti delle unità Eva e che per effetto della maledizione degli Eva (una new entry nei mindfuck della serie) sia rimasta giovane fisicamente, come accade al resto dei children.” STRACONCORDO!!! ^^ E complimenti per l’articolo…

  • reiaya21 on 23 Giugno 2013 at 10:25 am said:

    Reply

    molto bello l’articolo!!!complimenti!!!…avete messo in luce aspetti che non avevo notato in quel mediocre camrip di Q!non vedo l’ora che arrivi settembre!!!
    grazie per l’articolo eh! :))

    • plain Andrea on 23 Giugno 2013 at 1:07 pm said:

      Reply

      guarda che è disponibile come torrent il film in bluray giapponese con sottotitoli..che io NON HO SCARICATO, OVVIAMENTE, ESSENDO ILLEGALE E SCORRETTO.

  • Ragazzi una cosa: sono orbo o Mari in 2.22 perde il braccio dopo che Zeruel lo strappa allo 02? Appena è colpita sembra le faccia solo male,ma la volta dopo che viene inquadrata sembra avere il braccio mozzato. Se fin qui non è abbastanza strano (subire danni in ritardo,wth?), la volta dopo che ce la presentano l’arto è di nuovo al suo posto!
    Ho letto in giro che le lesioni dei piloti potessero non essere reali, usate per far capire agli spettatori come si sentano quei poveretti nei momenti Tarantiniani (*pssshhhhht!!*). Le ferite mostrate poi dopo le battagli potrebbero essersele procurate sbatacchiando da tutte le parti per le entry plug. A me pare una bagianata, perché dalle considerazioni di Ritsuko si lascia intendere che più è alto il livello di sincronia, più le due creature (l’eva ed il pilota) subiscono gli stessi effetti. Con mia forte delusione la prima ipotesi mi sembra l’unica interpretazione possibile per la scena di Mari! Però va in contrasto con troppe cose, soprattutto in EoE (T_T).
    Considerazioni a riguado?

    • Uhm sì, effettivamente la faccenda dei danni riportati dai piloti è piuttosto vaga e non viene mai chiarita del tutto nel corso della serie. Sicuramente, anche se le ferite subite dagli Eva non vengono inferte direttamente ai piloti, spesso questi riportano comunque dei danni fisici reali durante le battaglie… però questi sono comunque inferiori rispetto a quelli subiti dagli Eva (altrimenti questi poveri ragazzi sarebbero già morti e resuscitati innumerevoli volte, lol) e mi sembra un po’ improbabile che un pilota si ritrovi addirittura col braccio letteralmente mozzato *_*” Insomma, per quanto il dolore possa essere atroce al punto da causare spasmi e convulsioni, ce ne vuole prima che un arto si stacchi dal corpo.

      • Eccolo. http://img195.imageshack.us/img195/9880/7cm.png
        Sotto la spalla si vede qualcosa di forma strana, troppo appuntita per essere una parte normale. Però è anche vero che la suit ha un socket strano in quella zona, mi sembra sproporzionato però…dietro di lei c’è anche qualcosa di non ben definito che ha gli stessi disegni dell’altro braccio.

        • Scusa ma a me sembra che il braccio di Mari sia esattamente dove deve essere. Non è che la “forma strana, troppo appuntita” che dici tu sono le punte di capelli? O la texture del plug suit, magari…

          ho preso un altro po’ di screencap per esserne sicuro ma come vedi il braccio c’è sempre.

          Qui è subito dopo aver subito l’attacco

          Qui è quando lo 02 monco aiuta lo 00 a penetrare l’AT-Field di Zeruel

          E qui è dopo che lo 02 ha aiutato shinji a raggiungere il quartier generale.

          Comunque, sebbene la cosa non sia mai stata chiarita troppo bene, l’opinione comune è che i piloti percepiscano il dolore dei colpi subiti dall’Eva al punto che i nervi possono essere addirittura danneggiati, ma che un arto venga tranciato va un po’ oltre l’idea di “sincronia”.

          • @Kaw: No no mi riferisco proprio a quel triangolino che spunta sotto la mano che stringe la spalla (ilerminaty anyone?), all’altezza della luce verde più bassa della mano. “Appuntito” non è proprio esatto in effetti, fa uno spigolo di poco inferiore a 90°.
            Le prime due immagini che hai messo sono esattamente quelle a cui mi riferivo, rispettivamente il prima e il dopo dell’immagine che ho linkato.

            @Lift: L’idea che mi son fatto è che il livello di sincronia sia effettivamente la percentuale di “fusione fisica” tra il pilota e l’eva, che a livelli normali si presenta come fusione percettiva, e che raggiunge via via la comunione totale ai livelli di berserk. Infatti quando l’eva 03 sta strangolando Shinji, Fuyutsuki vuole far abbassare il tasso di sincronia per evitare che ci resti secco. Adesso c’è da dire che non ho idea di come trattare la modalità Za Bisto, sembra un berserk a tutti gli effetti ma i danni su Mari sono molto più lievi (al povero 02 manca metà capoccia)

          • Simone on 24 Giugno 2013 at 10:09 am said:

            Ciao Ribs, se vedi su internet le immagini del plugsuit di Mari, si vede che il colore del tessuto dell’interno delle braccia è nero.
            Ad esempio: http://www.yattamanga.it/uploads/immagini/399143xQ6fjeZ6xn.jpg
            Nell’immagine che hai postato, Mari regge la sua spalla sinistra (il triangolino chiaro) e quelle bolle di LCL sono sopra al suo braccio sinistro che è intatto. Il fatto che questo braccio si veda un po’ meno è perché si vede la parte scura del plug suit.

  • Scrivo qui il commento, ma si riferisce anche agli ultimi post che avete fatto in questo periodo (“EoE #2” di Caska, “Battaglia da uomo” di Kaw, “Il principe infelice” e “Kaji” di Lift).
    Mi limito a dire, perché non mi viene altro in mente 🙂 che sono post davvero molto belli, e ci sono dettagli a cui sinceramente non avevo mai pensato.
    Approfitto per ringraziare tutti e tre i magi, perché in meno di un anno ho compreso e rimesso in ordine molte cose su Evangelion, che dal 2001 a oggi non avevo ben chiare. Soprattutto perché vedete la storia per quello che è, riferendosi spesso alle motivazioni e alle interviste dello staff e usando serietà e umorismo.
    In questo senso Evangelion viene mostrato senza troppi fronzoli, senza sovra-interpretarlo oltremodo con Cabala/cose mistiche/Pseudoscienze, senza voler cercare a tutti i costi la spiegazione ultra dettagliata, senza inserire opinioni troppo soggettive (certo a volte ci sono, ma non le ho mai trovate preponderanti) ma soprattutto senza considerare questo cartone come una verità scesa in terra XD
    Quindi niente, complimenti & continuate così! 🙂

    • CaskaLangley on 24 Giugno 2013 at 9:17 pm said:

      Reply

      Grazie mille Simone, davvero. L’intento con cui abbiamo aperto questo sito era proprio “mostriamo un po’ di amore ad Evangelion e PER L’AMORDIDDIO BASTA BOIATE SULLA CABALA”.

  • Grazie a tutti per le risposte, che sia una coincidenza di colori delle ombre e dello sfondo mi sembra la cosa più sensata xD.
    Colgo l’occasione per dirvi quanto io ami questo sito, a volte scoppio a ridere coi lacrimoni agli occhi, giuro. Per non parlare delle riflessioni serie, avete uno stile ammirevole, leggendo i post si percepisce che ne siete appassionati, questo fatto lo adoro.

  • Ok, magari sbaglio ma per me il riferirsi a gendo con il suffisso kun non nasconde un qualche tipo di legame strano fra i due personaggi. Mi sembra più probabile invece che semplicemente rientri nel modo di fare di mari trattare con una certa sfrontataggine chiunque incontri, chiunque sia. Ora, nei film la vediamo interagire pressocché con nessun adulto, ma credo non si farebbe problemi a chiamare -kun anche misato e compagnia bella, voglio dire, avete presente come “conosce” shinji no?! Sarei in ogni caso curioso di sapere come verrà tradotto in italiano e se cencheranno di rendere la sfumatura..

    • plain Andrea on 25 Giugno 2013 at 7:40 pm said:

      Reply

      Controllato su Wikipedia. Leggendo il tuo post ho effettivamente sospettato anche io che “Gendo-kun” fosse dovuto soltanto alla sfrontatezza di quella futura gattata pazza.
      Ho pensato che fosse un po’ come dire “è questo che avevi in mente, Genduccio caro?”, come finto vezzeggiativo mirato a sminuire.
      Però per scrupolo ho controllato su wiki: “-kun can also be used by females when addressing a male that they are emotionally attached to or have known for a long period of time” e dopo aver letto questo passo, non ho potuto fare a meno di pensare a quanto questa definizione si confaccia, posto che quello sia un effettivo vezzeggiativo e non un finto vezzeggiativo, a quella che è una sospetta “viaggiatrice temporale”..
      Molto probabilmente quel -kun è contemporaneamente un finto ed un vero vezzeggiativo..

  • Ma solo io ho notato una “piccola” citazione Tarantiniana quando si parla del terzo scontro di Mari? Comunque bell’articolo come sempre!

    PS: Tennant FTW!

  • Rifacendoci un attimo ai piselli di Mandel (colui che scopri i principi della genetica incrociando piante appunto di piselli) mi sorge un dubbio…ossia: Shinji e Mari si somigliano; Yui appare in Q in una foto con una tizia che ha i capelli di Asuka e gli occhiali alla Mari; secondo la genetica, potrebbe:
    1- Shinji figlio di Yui e Gendo; Mari sorellastra di Shinji – figlia di Gendo e la rossa; Asuka sorella di Mari – stessa madre (la rossa) ma padri diversi.
    2- Mari creata in laboratorio con i geni di Asuka e Shinji per creare un pilota in grado di guidare sia lo 01 che lo 02;
    O almeno credo sia quello che direbbe un genetista…

  • IceEyesAngel on 11 Ottobre 2013 at 12:00 pm said:

    Reply

    E se Mari fosse un dio?
    Avvalorerebbe sia l’ipotesi che sappia già come andranno le cose, sia quella di potersi muovere nelle linee temporali come le pare (vedi teoria delle “Rei quantiche”).

  • Alèks Andròs on 18 Marzo 2014 at 12:51 pm said:

    Reply

    Vabbè, io la butto lì e aspetto che qualcuno risponda (ma non pubblicate più? T.T).
    Chi altro è sempre sereno nonostante i terribili eventi che si succedono, e agisce soltanto in extremis?
    Kaworu anyone? Near-Third Impact anyone?

    Beh.. se l’anima di Adam è in Kaworu, nel Rebuild l’anima di Lilith…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *