Home » Rebuild of Evangelion » Archive by category "RoE: Analisi" (Page 4)

Chi è Mari Illustrious Makinami? Osservazioni, retroscena e teorie.

Chi è Mari Illustrious Makinami? Tutti ce lo siamo chiesto.
Magari non tutti in questi termini, va bene, “chi cazzo è questa vattene ridammi Asuka che cosa minchia stai facendo leva il culo dallo 02 sei una chiavica mio dio za bisto cosa toglietemi sta deficente da davanti” per molti è un riassunto più preciso.
La mia storia con Mari, per esempio, è complicata. Riponendo fiducia assoluta nell’operato di Anno, il primo annuncio di un nuovo personaggio mi ha sì stupita, ma non preoccupata. Certo avevo i miei dubbi, principalmente perché il cast di Evangelion è coeso in modo quasi claustrofobico, sul piano narrativo, e l’introduzione di un nuovo elemento non poteva che portare a una rottura. E in effetti era proprio questo l’obbiettivo dello staff, sconvolgere il mondo di Eva, far esplodere l’equilibrio a cui il fan si aggrappava.
Sulla carta, l’idea è molto figa. La pratica, però, è tutta un’altra faccenda.

Mari sei opinabile, ma il tuo primo plug suit è fichissimo.

Tutto quello che sono riuscita a pensare, dopo il mio incontro con Mari, è stato “ma dio che imbecille”. Un’impressione peggiorata dal fatto che la sua presenza sembra rubare la scena ad Asuka, che oltre ad aver subito un “addolcimento” del carattere davvero poco convincente, si trova così relegata a un ruolo quasi secondario. Mari sembra ereditare il lato “selviaggio” di Asuka, e con esso il suo Eva e il suo spazio sullo schermo; in un universo dove Rei e Asuka regnavano come polarità assolute, Mari non riesce – come anche Anno temeva, a giudicare dalle interviste nei Groundwork – a emergere come personaggio. Lascia un’impressione sì vivida, ma troppo simile a una variazione sul tema di Asuka.

Un altro dettaglio non trascurabile è che Mari è una chiavica.
Mi dispiace che dobbiamo essere noi a dirvelo. Lo so, vi ha convinti di essere bravissima, addirittura la miglior pilota, perché se la crede, fa le facce convintissime e le vengon fuori gli occhi verdi, ma la verità è che questa ragazza è un fail di proporzioni bibliche. Primo combattimento e dà la colpa alle connessioni del braccio, che “sono state regolate sommariamente”. Secondo combattimento e dà la colpa al Pallet Gun, che “non c’è proprio niente da fare”.  Va in modalità The Beast, occhiali rotti e pistoni ovunque, e la corcano comunque.  E come non ricordare la telefonata nella quale si dà arie da grande spia e afferma di essersi infiltrata in Giappone “sotto copertura”, un attimo prima di attraversare una scuola media con addosso la divisa sbagliata e un paracadute attaccato al culo.

Insomma, avevo le migliori intenzioni, ma con Mari non ce l’ho fatta.
Ho dovuto guardare e riguardare 2.0 per accettarla, ridere dei suoi difetti per farmela stare simpatica, e infine teorizzare all’infinito per renderla (un po’) più interessante. Ed è proprio grazie a queste teorie che Mari ed io adesso andiamo d’accordo. Le voglio persino bene, e ne sono felice: non mi piaceva non voler bene a qualcosa di Eva.
Il mio affetto, però, è con riserve. Io mi sono sforzata, Anno: adesso sta a te non deludermi.

In questa sezione parlerò principalmente di due teorie, vale a dire delle nostre preferite, quelle in cui crediamo e che ci sembrano più fiche. Ma condividerò anche osservazioni sul personaggio, e alcune delle altre teorie che mi sembrano interessanti.

Beh, coraggio: diamo un senso a questa Mari.

Gli articoli sono work in progress, saranno disponibili man mano.

SPECULAZIONI E TEORIE

RETROSCENA E ANALISI