Ritsuko e Maya: sarà amore?

L’esistenza di un evafag, si sa, è votata alle teorie. Lavoriamo e teorizziamo, torniamo a casa e teorizziamo, ci telefoniamo e… ok, questo forse lo facciamo solo noi Magi.
Qualche volta, però, persino noi sentiamo il bisogno di staccare la spina, chiudere le Pergamene del Mar Morto con annessi testi apocrifi in un cassetto e rilassarci un po’. Se potessimo ce ne andremmo tutti all’Eva Cafè a farci un cappuccino decorato col faccino di Sachiel, tanto per restare in tema, ma in attesa che l’uscita di Final conduca almeno due Magi su tre in Giappone ci tocca ripiegare su altre attività ricreative.
Una di queste è teorizzare sulla vita privata dei personaggi basandoci su particolari apparentemente insignificanti. Questo spesso ci porta a formulare tesi esilaranti, un po’ sciocche e al limite dell’headcanon, ma qualche volta capita che una di queste fili perfettamente.
Per esempio, l’amore di Maya per Ritsuko è un fatto ampiamente assodato e riconosciuto da tutti i fan (tranne qualcuno che, per oscuri motivi, insiste nell’accoppiare la sventurata operatrice con il collega Aoba), ma vi eravate accorti che, nel Rebuild, le due hanno una relazione?
Ci rendiamo conto che di primo acchito potrebbe sembrarvi un’idea campata in aria, ma non sottovalutateci. Come disse una volta una donna saggia… ehm, una donna: “Bisogna accettare la realtà e infine indagarne le cause”. Bene, allora: indaghiamole.

Un neo lungo la via delle lacrime

Nella serie, è risaputo, Maya prova per la sua senpai un amore che sconfina nella venerazione, ma che è tristemente destinato a non venire mai corrisposto. Solo in EoE, per un fugace istante, Maya potrà abbracciare l’oggetto del suo desiderio (o, per meglio dire, Lilith che ne ha assunto le sembianze) prima di dissolversi in un’esplosione di aranciata. C’è da dire però che, tra le due, è quella che se la passa meno peggio.
La nostra Ritchan, sulle orme dell’amata-odiata madre, ha intrecciato una relazione autodistruttiva con Gendo Ikari, un uomo la cui anaffettività è forse paragonabile solo a quella di una pianta di ficus. Il comandante della Nerv non è in grado di dimostrare amore al suo unico figlio, possiamo solo immaginare quanto calore possa riservare a una donna  con la quale va a letto per motivi di convenienza – e neanche troppo spesso, come gli verrà recriminato da Ritsuko stessa.
Nel nono episodio della serie, rincontrando la vecchia amica dopo tanti anni, Kaji la saluta (oltre che con un’elegantissima osservazione sul suo peso) muovendo una serie di insinuazioni sulla sua vita amorosa che ben presto si riveleranno azzeccatissime. Del resto è molto probabile che Kaji sappia, visto il lavoro che fa, e che Ritsuko sappia che Kaji sa.

KAJI: Sei dimagrita, vero?
RITSUKO: Dici?
KAJI: Stai soffrendo per un amore infelice?
RITSUKO: E da che cosa l’avresti dedotto, sentiamo?
KAJI: È molto semplice: le persone che hanno un neo lungo la via delle lacrime sono destinate a una vita segnata per sempre dal pianto.

La stessa situazione si ripeterà in You Can (Not) Advance, ma con le dovute variazioni: nessun accenno ad amori infelici, nei o lacrime di sorta.
In nessuno dei tre film finora usciti, infatti, c’è la minima traccia di una possibile relazione tra Ritsuko e Gendo. Nemmeno un’allusione piccola piccola. In una delle scene tagliate, inclusa tra l’altro nel dvd di 2.22, addirittura Ritsuko consiglia a Rei di farsi portare dal comandante a fare shopping di biancheria intima (vi prego, prendetevi cinque minuti per visualizzare la scena).
Si direbbe quasi che, con il martirio subito nella serie, la nostra Ritchan si sia guadagnata il diritto ad un’esistenza più felice. Magari al fianco di qualcuno che la apprezzi e che la adori incondizionatamente al di sopra di ogni cosa. E si dà il caso che crediamo di conoscere proprio la persona che farebbe al caso suo…

Ritsuko è ingrassata

Anche in 2.22 Kaji, il solito galantuomo, dice di trovare Ritsuko dimagrita e lei, più imperturbabile che mai, replica di aver invece guadagnato peso.

[2.22] Kaji, all’apice della sua galanteria, tocca con nonchalance il seno a Ritsuko

KAJI: Ti trovo dimagrita, Ritchan.
RITSUKO: Ho preso ben 1570 grammi.
KAJI: Preferirei controllare di persona…

A prima vista potrà anche sembrare una stupidaggine, un particolare irrilevante inserito tanto per far fluire il dialogo, invece secondo noi il fatto che Ritsuko sia leggermente ingrassata è un chiaro sintomo che sta conducendo un’esistenza più serena e appagante.
Il tema dell’alimentazione è tutt’altro che estraneo al mondo di Evangelion, sin dai tempi della serie (basti pensare, a proposito di Ritsuko, alla sua dipendenza dalla caffeina), ma in You Can (Not) Advance il cibo, e in particolare l’atto di condividerlo con le altre persone, diventa un motivo centrale.
Gli esempi si sprecano: il pranzo mancato organizzato da Rei, che avrebbe dovuto portare alla riconciliazione tra Shinji e il padre, il tentato avvicinamento di Asuka a Shinji improvvisandosi porno-cuoca, Shinji che da brava massaia distribuisce scatole del pranzo a tutti (con tanto di adorabili wurstel a forma di polipetti) e si potrebbe andare avanti ancora per un bel po’.
Il dialogo che si svolge tra Rei e Gendo, guarda caso  durante il pranzo, parla chiaro: il cibo, se condiviso con le persone che amiamo, può diventare un mezzo per veicolare il nostro affetto, e l’atto di mangiare in compagnia ha un enorme potere di aggregazione.
Lo stesso Hideaki Anno ha sempre avuto un rapporto conflittuale con il cibo (alle elementari, racconta alla tv giapponese, l’unica parte del pranzo che non scartava era il cartone del latte), e la sua centralità del tema in 2.22 va di pari passo con l’accettazione, da parte del regista, del pasto in quanto fonte di piacere.
Alla luce di tutto questo, tornando a Ritsuko e ai suoi millecinquecentosettanta grammi in più, ci piace pensare che siano millecinquecentosettanta grammi di amore. Chissà, forse nel tempo libero Maya si diletta nel preparale cenette romantiche al lume di candela. Non sarebbe adorabile?

Due gatte

Si sa, la nostra Ritchan è una crazy cat lady mancata – e in effetti, col senno di poi, verrebbe da chiedersi quale sorte sia preferibile tra morire divorata dai propri gatti in un appartamento che puzza di piscio o trascorrere la propria esistenza a cercare di farsi amare da Gendo Ikari.
Ad ogni modo, la sua passione per i gadget a tema felino è arcinota a tutti gli appassionati di Eva, e di tanto in tanto nel corso delle scene ambientate alla Nerv capita di imbattersi in qualche esemplare della sua collezione (per esempio, se avete voglia di soffrire un po’, vi basti pensare che per tutta la durata di EoE Maya stringe a sé un adorabile cuscino rosa con un gattino, appartenuto alla sua senpai).
Forse vi ricorderete di questi piccolini: due statuette a forma di gatto, uno bianco e uno nero. Fanno la loro comparsa sulla scrivania di Ritsuko nell’episodio 23, mentre la loro padrona è intenta a osservare una foto che la immortala, giovanissima, assieme a Gendo (prima che si facesse crescere la barba e diventasse sexy).

[Episodio 23] Gattini!

La metafora – se vogliamo vedercene a tutti i costi una, eh, magari chi ha disegnato i gattini ha semplicemente pensato che fossero carini – è sottile come un paracarro: il bianco e il nero, lo ying e lo yang, l’uomo e la donna, bla bla bla.
L’hobby di Ritchan è sopravvissuto anche nel Rebuild, tant’è che quando Kaji va a farle visita nel suo ufficio ci imbattiamo in questi piccoli capolavori del kitsch (che, oltretutto, sembrano usciti da un film dello Studio Ghibli):

[2.22] Gattine!

Mentre i gatti della serie, al di là delle convenzioni cromatiche, erano privi di caratteristiche che ne denotassero il sesso, qui è stato fatto uno sforzo evidente per evidenziare che si tratta di due femmine, con tanto di collana di perle. Inoltre sono perfettamente identiche sotto ogni aspetto, anche nel colore. Ma perché Ritsuko dovrebbe possedere due esemplari dello stesso oggetto? Un po’ insolito, non vi pare? Non sarà, magari, che gli autori stanno cercando di dirci qualcosa…?

Maya si prende un po’ troppa confidenza

L’Eva-04, come da tradizione, scompare in seguito a un incidente, portandosi dietro dietro la seconda sede della Nerv al gran completo. Chiamato a raccolta per discutere dell’accaduto, lo staff della Nerv giapponese si riunisce in una sala scarsamente illuminata, attorno a un tavolo luminoso che fa sembrare tutti molto più seri e professionali di quanto non siano in realtà (sì, Misato, mi riferisco proprio a te).
È qui che Maya, come al solito parcheggiata al fianco di Ritsuko, si lascia prendere dall’entusiasmo e rischia di commettere un passo falso.

[2.22] “L’unità 04… oh shi–“

MAYA: L’unità 04…
RITSUKO: L’Eva-04 era un modello sperimentale dotato di un nuovo propulsore che avrebbe risolto il problema del tempo operativo. Così dicono.
MAYA: Nemmeno la senpai Akagi dispone di sufficienti informazioni sullo sviluppo della Nerv nordamericana.

Oops! Povera Maya, senza rendersene conto si stava allargando un po’ troppo.
Sul serio, provate a riguardarvi la scena: è evidente che la poveretta riesce a mordersi la lingua appena in tempo.
D’accordo, la situazione sarebbe chiarissima anche senza stare a scomodare le questioni sentimentali: ovviamente, essendo l’assistente di Ritsuko, Maya non può permettersi di scavalcarla e parlare a suo nome. Ma ehi, se fossimo persone equilibrate e non vedessimo cospirazioni ovunque questo sito non esisterebbe, perciò ci chiediamo: come le è saltato in testa di prendersi tutta questa confidenza, tanto per cominciare? Possibile che Maya si senta tanto a suo agio in compagnia di Ritsuko da dimenticarsi della sua posizione? La risposta, naturalmente, è “sì, se tra le due esiste qualcosa di più di un semplice rapporto lavorativo”.
D’altra parte, nel corso del film, appaiono quasi sempre l’una accanto all’altra. Inutile dire che la cosa ci insospettisce. E poi, beh, quanto sono carine?

[2.22] Ritsuko e Maya unite nella lotta contro gli Angeli…

[2.22] …e anche nella noia dei test di sincronia

 

AAA Wunder: la nave dell’amore (saffico)

Al tempo in cui i Magi espressero all’unanimità il loro giudizio favorevole circa la storia d’amore tra Maya e Ritchan, la data di uscita di Q era ancora molto lontana (anzi, a onor del vero non era nemmeno stata annunciata). Ora che il film è uscito e l’abbiamo visto, nuovi importanti tasselli vanno a sommarsi alle prove in nostro possesso.
Il primo è il nuovo taglio di Ritsuko. Sì, lo sappiamo che gli stereotipi sono una brutta cosa e che non bisognerebbe generalizzare e tutto il resto, ma andiamo, chi fra voi di fronte al suo nuovo look non è stato investito da lesbo-vibrazioni?
Ad ogni modo, il nuovo pixie cut di Ritchan ci piace un sacco, e non dubitiamo che anche Maya apprezzi.

[Q-book] Ritsuko e il suo taglio di capelli alla Mia Farrow

Veniamo ora alla nostra Maya, che smessi i panni della bridge bunny, pare aver intrapreso la carriera militare. Compare solo una volta per appena una manciata di secondi ma, a dispetto dell’espressione cordiale con cui è stata ritratta nel Q-book, lo fa per prendere a calci nel culo un intero squadrone di uomini.
Come se non bastasse, dopo tutto questo, commenta acidamente tra sé e sé di non sopportare gli uomini più giovani. No, Maya, a te non piace nessun uomo.

[3.0] Maya è circondata da incompetenti

Allora, che dite, vi abbiamo convinti? Ritsuko e Maya sono entrate nell’Olimpo dei vostri OTP, oppure siete scettici? Magari credete che ci siamo bevuti il cervello?
Diteci la vostra, la posta di Donna Casper è sempre a vostra disposizione!

Categorie Leggerezze, Rebuild of Evangelion

27 commenti

  • Nell’Olimpo dell’OTP.
    Mi hanno particolarmente colpita in Q, anche se il taglio di Ritsuko più che farmi pensare al suo orientamento sessuale mi ha colpita perché era fighissima. Ma se aggiungiamo il taglio da lesbica anni 70 al fatto che finalmente ha mollato Gendo al suo destino, e che comunque shippavo queste due anche prima e ora sono insieme senza ostacoli di mezzo XD, ecco, i dettagli messi insieme iniziano ad avere un senso.
    Poi ero rimasta parecchio colpita da Maya che attacca il genere maschile, per di più con un’aggressività che non ricordo le fosse propria nella serie. Non che con questo voglia fare il collegamento lesbica = aggressiva, ma ricordando che in NGE era una ragazza molto dolce e carina che non avrebbe mai osato dire qualcosa di spiacevole al e sul suo prossimo, l’ho presa più che altro come una presa di coscienza e un’ammissione del suo orientamento sessuale. Forse ci sta ancora lavorando su, perché vedo parecchia rabbia repressa XD.

  • FrozenBrain on 22 Gennaio 2013 at 12:06 pm said:

    Reply

    Concordo che le due stiano insieme, e oserei dire finalmente. E ancora una volta devo farvi un applauso per la quantità di particolari che riuscite a mettere insieme. La questione del peso non l’avevo presa proprio in considerazione.
    Certo però che “millecinquecentosettanta grammi di amore” potrebbe dar adito a seri fraintendimenti (oltre che ad essere un titolo perfetto per una doujinshi) XD

    • Non ci avevo proprio pensato XD Che utenti maliziosi abbiamo u_u
      Comunque sono certa che quella doujinshi esiste già, da qualche parte.

  • Vero, vero, vero! 😀 Anche io avevo pensato ad una palese relazione tra Ritsuko e Maya nel Rebuild, e questo non fa altro che confermare quello che pensiamo ormai in molti: tutto il Rebuild ha senso solo ed esclusivamente se legato in qualche modo alla serie originale… diversamente, a perdere valore sarebbe non solo la trama, ma anche la caratterizzazione di tutti i personaggi! Nei film, ad esempio, non si fa alcuna menzione di Naoko (e quindi dell’origine dei Magi e così via), cosa tristissima ed ingiusta…ma ciò avrebbe senso se la teoria del sequel/loop fosse vera (per questo non ci resta che aspettare incrociando le dita! XD).
    Purtroppo però, devo ammetterlo, a me il nuovo taglio di capelli di Ritsuko non piace per niente…gli abiti, invece, sono bellissimi e le stanno divinamente.

    (“attorno a un tavolo luminoso che fa sembrare tutti molto più seri e professionali di quanto non siano in realtà (sì, Misato, mi riferisco proprio a te” => ma povera Misato! X’D )

  • E’ incredibile il modo in cui riuscite a farmi cambiare atteggiamento nel corso della lettura: da “vabbè dai stavolta hanno esagerato è troppo forzato” a “cazzo è vero, non l’avevo notato, potrebbe starci”. Detto questo qualsiasi ammiccamento Yuri è sempre ben accetto.

  • Tra la quantità ABNORME di yaoi che ha causato il 3.0, un pò di sano yuri può andare bene anche con il recentissimo AsuMari, che poi tra l’altro ci sono delle doujinshi RitMaya niente male…

    • Vorrei sfatare un mito: la quantità di yaoi KawoShin è abnorme DA SEMPRE XD Anzi, per ora ne ho viste giusto un paio post-Q. E’ solo che le doujinshi hanno sempre circolato molto meno sul web, almeno fino a questi ultimi anni.
      Comunque adoro il marisuka (o ancora meglio la threesome con Shinji) ma una doujinshi Maya/Ritsuko non credo riuscirei mai a leggerla XD

      • CaskaLangley on 22 Gennaio 2013 at 9:12 pm said:

        Reply

        Ehi, quelle di Tengu no tsuzura con Maya e Ritchan sono bellissime X’D!! Comunque davvero, il kawoshin ha sempre regnato.

        • Certo, ma perchè fanno ridere X’D e poi sono sempre las. Intendevo una doujinshi seria e tutta dedicata solo a loro.

          • Yumemi91 on 22 Gennaio 2013 at 11:49 pm said:

            *w* io di recente, di KawoShin relative a “Q”, ne ho letta una molto bella del circolo “Cassino”, stranamente senza nessun elemento har, di loro che suonavano lollosamente il piano (e inizialmente mi si era formata in testa la scena del piano di “Pretty Woman”.
            E poi invece nulla XD sarà perché non si trattavno del Kaworu e Shinji del manga. U3U

      • questo è vero il KawoShin è sempre esistito dai tempi dell’anime ma con Q la dose è stata rincarata o peggio aumentata, poi preferisco anche il foursome Asuka/Mari/Rei/Shinji e non mi dispiace trovare qualche doujinshi MisaRit (e credo che sono l’unico che gli piace questa coppia)

        • CaskaLangley on 23 Gennaio 2013 at 9:30 pm said:

          Reply

          perché “o peggio”, che c’è di male? A parte che a me non sembrava più insistente che nell’anime, dura solo di più perché Kaworu ha più screening time, ma visto che ogni volta Misato promette maggior fanservice, non vedo perché non farne anche su questo.

          • Per me ci sono andati anche troppo cauti, in Q, avrebbero potuto insisterci molto di più visto che nell’anime nel giro di 20 minuti Kaworu dice a Shinji “ti amo”, dormono nella stessa stanza e fanno il bagno insieme. Nudi. Mi sento tradita e delusa.

            Comunque davvero, non capisco quest’intolleranza diffusa per il KawoShin, che oltretutto, uhm, E’ CANON a differenza di molte altre coppie improbabili su cui è stato prodotto porno XD Non che ci sia niente di male se vi piace il porno su coppie non-canon, eh, ma non parlate dello yaoi come se fosse questo morbo orribile che appesta il fandom per motivi inspiegabili. Anno ha assunto un esperto di boys love per farsi aiutare a scrivere l’episodio 24 e nella prima versione dell’episodio Kaworu e Shinji dovevano baciarsi. Deal with it.

          • FrozenBrain on 23 Gennaio 2013 at 10:24 pm said:

            Concordo con Caska e Lift. Non vedo il problema che ci sia più materiale su KawoShin. A me personalmente non interessa ma questo non significa che non debba esserci.
            @Lift per quanto riguarda il modo in cui viene gestito il rapporto tra Kaworu e Shinji credo che sia necessario allargare un pò il discorso. Diciamo che il Giappone è una nazione fortemente maschilista (e maschio-centrica) dove l’omossessualità non è che sia un granchè accettata; si preferisce non parlarne apertamente. Forse proprio per evitare problemi Anno ha preferito non spingersi troppo oltre.
            A mio parere direi il rapporto Kaworu/Shinji sia stato trattato con naturalezza (concedetemi di utilizzare il termine) e approfondito maggiormente rispetto a quanto accadeva in NGE (20 minuti erano un pò pochini per farlo).

  • Mr. Bombetta on 22 Gennaio 2013 at 11:28 pm said:

    Reply

    La cosa potrebbe essere vera: una relazione con Maya sarebbe la motivazione più solida per far cambiare percorso alla Ritsuko della tetralogia Rebuild rispetto alla Ritsuko della serie TV (che di fatto nella parte finale assume una connotazione estremamente negativa, essendosi piegata alla SEELE e avendo ucciso tutte le Rei dalla IV in poi).
    Io ritengo però che il nuovo taglio di capelli di Ritsuko possa indicare anche altre cose: per lei nella serie sono un simbolo, tanto da tingerseli per distinguersi dalla madre (non è necessario che in Rebuild ci sia questo riferimento), quindi è possibile che la nuova acconciatura sia il segno di un evento accadutole nell’intervallo di 14 anni (un probabile lutto?). Mi chiedo se c’è un qualche legame con la nuova caratterizzazione di Misato: avete notato che allo stesso modo il Capitano Katsuragi non ha più con sé il crocifisso lasciatole dal padre? Non lo si vede manco una volta (e questo è un simbolo importante, almeno quanto lo SDAT).

    • Sicuramente il cambio di taglio di Ritsuko e Misato ha significati più profondi oltre al renderle più fighe. In Giappone capita spesso che le donne si taglino i capelli per sugellare un cambiamento, una svolta nella loro vita (per esempio quando ci si lascia col fidanzato). Oltretutto il fatto che Asuka continui a sfoggiare la stessa capigliatura mi fa ben sperare che non abbia superato i suoi sentimenti per Shinji ;_;
      E sì, l’assensa della croce si fa sentire. Forse Misato l’ha data a Kaji…? (come sono speranzosa stasera. Sigh.)

    • è in programma, soprattutto perchè i riassunti precedenti risalgono a prima del camrip e si basano sulla traduzione (e nemmeno quella definitiva, visto che ci stavano ancora lavorando) dei dialoghi. Stiamo ancora studiando come organizzare il tutto (visto anche che la qualità del camrip rende difficoltoso comprendere alcuni passaggi, leggi: non possiamo stoppare e analizzare ogni singolo frame come vorremmo), ma arriverà ;D

  • Oh, ma io approverei troppo un po’ di amore tra queste due!
    Ogni volta che da qualche parte leggevo dell’ipotetica relazione tra Maya e Aoba mi chiedevo “ma dove?? Sono cosi insensibile da non riuscire a notarla se dicono che c’é?”. Allora non sono l’unica, phew.. -3-
    Le due statuette delle gattine nel 2.22 le avevo notate anche io ma non avevo mai collegato la cosa, e pensavo che la questione dell’Eva04 fosse puramente lavorativa.
    Mm..nel 1.11 peró, nel flashback del test di attivazione dello 00, mi era parso di scorgere un mini riferimento alll’eventuale relazione Ritsuk-Gendo (quando lui corre da Rei e lei loo osserva con sguardo malinconico) Peró in effetti come non notare tutto il tempo che passa assieme a Maya?
    *w* e ho molto gradito llo sviluppo di entrambe in Q, soprattutto di Maya! 30 secondi di compparsa col botto!

    • Sì, che poi questo presunto interesse di Aoba per Maya si basa sul fatto che in EoE lui “la protegge”. Ovvero cerca di evitare che venga ammazzata come un cane e le lancia una pistola dicendole “spara o muori”. THAT’S AMORE.

  • mancio01 on 28 Gennaio 2013 at 6:00 pm said:

    Reply

    Ammetto che non avevo riconosciuto Maya (abituato la doppiaggio inglese la sua voce in originale mi era sfuggita) però concordo su tutta la linea che tra le due ci sia qualcosa…sopratutto la svolta tosta di Maya, che ora ha più carattere di un plotone delle forse speciali 😀

    Rigurado la rossa…..penso che ad Asuka piaccia ancora Shinji A) per la faccia che fa quando lo 01 si sveglia e la tira fuori dai guai previa evocazione (mancava solo che le facevano gli occhi a cuoricino)
    B) perchè si vede una cifra che gli brucia un sacco, che lui per salvare Ayanami, ha addirittura scatenato un Impact e per lei ha dato giusto qualche calcio alla piramide dell’HQ (ma poi si è fatto perdonare)
    C) Il sospirone che lei fa prima di andare a riprendere Shinji e tirarlo fuori di peso dall’entry plug e per la corsa che lei fa per raggiungere l’entry plug( notato il fiatone?), mi fanno propendere che anche questa volta il caro Shinji riceverà una carezza da Asuka…..seguito da un giusto insulto 😀

Rispondi a Lift Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *