Il Rebuild è ambientato nel 2015?

Un giorno qualcuno mi ha chiesto: “Ma il Rebuild è ambientato nel 2015?”
Me l’ero chiesto anch’io, ma poi chissà perché avevo archiviato il dubbio con un “sì”. Questo è quello che succede quando i Magi non sono connessi, è evidente. Il dubbio però ha continuato a tornare, sempre quand’ero fuori casa (probabilmente in autobus, il mio luogo preferito per teorizzare), così il controllo di rito è slittato, e slittato…fino a pochi giorni fa. Il risultato? Probabilmente il Rebuild non è affatto ambientato nel 2015, ma nel 2017/2018.

Qualcuno ha detto seguito/loop? Sì. Qualcuno ha detto seguito/loop.

I punti di riferimento

In 1.0 non viene mai specificato che gli eventi si svolgono nel 2015, al contrario di quanto accadeva nella serie. E’ una delle tante supposizioni che abbiamo fatto noi senza pensarci, perché conoscevamo già la storia. E’ così che ci siamo fatti fregare. Per essere sicura di non sbagliarmi, però, ho messo su il secondo disco di 1.0, che contiene la Explanation of Evangelion. Sì, lo so, con un titolo così come minimo ti aspetti un primo piano di Anno che comincia col dire “Allora, andiamo con ordine: il piano di Gendo…”, invece si tratta semplicemente del film con una serie infinita di didascalie a qualsiasi cosa, credo che manchi soltanto  “WC – bagni della Nerv”. Ebbene, neanche in una cosa del genere appare mai scritto “2015”. Questo mette qualche dubbio, no?

[Una nota da Evafags: la prima volta che Shinji compare, l’Explanation lo credita come “Shinji Ikari (seconda media)”. Quando sale sull’Eva viene invece ri-creditato come “Shinji Ikari: pilota dell’Evangelion 01 (Terzo Ragazzo)”. Ci esaltiamo facilmente, qui, lo so.]

Anche il Second Impact non ha una collocazione temporale precisa.
Una sola data è forte e chiara, e la si vede all’inizio di 2.0, durante la scena in cui Gendo e Shinji sono al cimitero: la data della morte di Yui. E’ ancora, come nella serie, il 2004.

[2.0] La lapide, priva di spoglie, di Yui.

 Se avete letto gli spoiler, saprete che in 3.0 la nostra Yui è diventata “Yui Ayanami” (Ikari sarebbe il suo cognome da sposata). Che si tratti di due Yui diverse, e che la data di morte qui presente faccia ancora riferimento alla Yui “originale”?

I calendari

Per ottenere un riscontro sono andata dai nostri cugini americani, che in quanto a comprensione emotiva dei personaggi rasentano spesso e volentieri il Livello Sasso, ma hanno tanti occhi e sanno usarli. Infatti ecco che sono saltati fuori ben due calendari, nascosti rispettivamente in 1.0 e in 2.0: usiamo direttamente le loro chiarissime immagini.

[1.0] Un foglio attaccato alla lavagna segna l'11/13.

[1.0] Un foglio attaccato alla lavagna segna l’11/13.

Quello in 1.0 compare quando Shinji inizia a frequentare la scuola media comunale di Neo Tokyo 3, dopo essere diventato un pilota. Lo si vede alle sue spalle, affisso alla lavagna. Non è un vero e proprio calendario, ma un foglio scritto a mano, che dice 11/13 e tra parentesi “lunedì”. Gli anni in cui il tredici novembre cadeva o cadrà di lunedì sono il 2006, il 2017 e il 2023. Il 2006 è da escludere perché Gendo afferma: “Era da tre anni che noi non venivamo qui insieme”, e tre anni prima del 2006 Yui non era ancora morta. A meno che Gendo non si dilettasse a portare il piccolo Shinji a spasso per il cimitero a guardare le tombe degli altri, mi sembra improbabile. Il 2023 ha un problema logistico: Shinji sarebbe troppo vecchio per frequentare le medie. Ci rimane il 2017.

Qui sorge un legittimo dubbio: possiamo fidarci delle date scritte sullo sfondo? Il solo calendario che compariva nella serie originale, nell’episodio 9, come qualcuno ricorderà non coincideva col 2015, nella prima messa in onda, perché lo staff aveva fatto riferimento a quello che avevano nello studio. L’errore è stato poi corretto nel Renewal. Bisogna però dire che mentre in quel caso era per esigenze narrative che si mostrava un calendario (contava i giorni che mancavano alla battaglia contro Israfel), qui sarebbe del tutto innecessario. Perché scrivere date a caso?

[2.0] Il calendario appeso in casa di Misato. Se quella è la prima cosa che hai notato, ho una brutta notizia per te.

[2.0] Il calendario appeso in casa di Misato. Se quella è la prima cosa che hai notato, ho una brutta notizia per te.

Andiamo a 2.0, dove compare il secondo calendario. E’ a casa di Misato, lo si vede alle spalle di Asuka dopo che ha preso a calci Shinji perché l’ha vista nuda. È un febbraio di 28 giorni e il primo cade di martedì. Gli anni candidati sono il 2007, il 2018 e il 2024. A questo punto mi sento di affermare che i calendari sono davvero attendibili; se nel primo film fosse stata scritta una data a caso, allora avrebbero preso un calendario a caso anche per il secondo, come fecero nella serie. Le due date, invece, sono coerenti tra loro, segno che c’è stata un’attenzione specifica nel mostrarle. Questi punti di riferimento, oltretutto, compaiono non sullo sfondo per dieci secondi tanto per fare contorno, ma in scene abbastanza lunghe nelle quali è effettivamente possibile che cada l’occhio. Insomma, tanto per cambiare: volevano che li notassimo.

Considerazioni sparse

Possiamo affermare che probabilmente il Rebuild si colloca dopo la serie, negli anni 2017/2018.

Questo avrebbe senso anche in relazione a quanto affermato in Q da Fuyutsuki e Kaworu: le persone tornano indietro, ma il tempo no. Lo stesso dicevano sia Gendo sia la Seele nella serie: le lancette dell’orologio non possono tornare indietro.

Altre cose che possiamo notare sono:

  • Il Third Impact, nella serie, avveniva nel 2016 (una speculazione abbastanza logica, ma pur sempre una speculazione, lo data 1 gennaio 2016). Questo farebbe cominciare il Rebuild circa un anno dopo.
  • Il foglio alle spalle di Shinji compare anche il 2.0, come se fosse stato dimenticato lì. Possiamo quindi tenere un margine di dubbio: forse era lì già da tempo, e il Rebuild non inizia a novembre?
  • Sulla lapide di Yui riusciamo a leggere chiaramente la data di morte, ma non quella di nascita.
  • Benché le date non vengano specificate, il lasso di tempo che passa tra il Second Impact e il Rebuild e tra il Second Impact e la comparsa del Quarto Angelo (Sachiel) è lo stesso della serie: quindici anni.
  • Nel Rebuild Asuka arriva in Giappone a febbraio. Nella serie possiamo affermare (anche a confronto della – non per forza attendibile – timeline del gioco Ayanami Raising Project) che arrivava in agosto. Questo mette uno scarto di sei mesi tra le due date. Perché ve lo faccio notare? Voi tenetelo bene a mente, intanto. Tra non molto arriverà un bel post mindfuck a riguardo…

Che dire, Q avrà tardato ad arrivare, ma sembra che tre anni in fin dei conti fossero un tempo appena necessario per spremere abbastanza i precedenti film. Questo significa che per Final dovremmo aspettarne quattro o cinque? Ipotesi abbastanza spaventosa, ma tant’è. Sappiate che finito di scrivere questo post mi sono consultata con gli altri due Magi in preda a un’illuminazione, e credo di aver scoperto qualcosa di molto grosso. Ve ne parlerò. Intanto stiamo pian piano terminando di darvi tutte le informazioni (nonché il tempo adatto a metabolizzarle) per parlare finalmente di due cose: il famigerato – sì, ve lo diciamo sempre, quanto siete in hype? – patto con Lilith e la nostra teoria sui cicli temporali del mondo di Evangelion. Abbiamo quasi finito di fottervi il cervello, tranquilli. Almeno fino all’uscita del dvd di Q

Aiutaci a mindfuckarti: sostienici su Patreon!

Categorie RoE: Analisi

33 commenti

  • “A meno che Gendo non si dilettasse a portare il piccolo Shinji a spasso per il cimitero a guardare le tombe degli altri, mi sembra improbabile.”

    Oh, momenti edificanti di un rapporto padre/figlio.

    Caska non mentire, lo sappiamo che non avete finito di mindfuckarci il cervello. Also, non puoi chiedermi di controllare il fottuto calendario e mettere Asuka nuda. Non puoi. Mi ribello.

  • FrozenBrain on 19 Dicembre 2012 at 1:32 pm said:

    Reply

    L’idea che il Rebuild potesse svolgersi in un anno diverso devo ammettere ceh mi era balenata per la testa ma nel mio caso è morta lì. Vedo invece che le persone serie hanno giustamente teorizzato 🙂
    Credo ci sia comunque da notare che in 2.0, durante l’uscita all’istituto di ricerca marino, parlando del 2nd impact Kaji afferma che sia avvenuto 15 anni prima (lo stesso gap temporale di NGE). Inoltre se non ricordo male anche in 1.0 con l’attacco di Sachiel si fa sempre riferimento allo stesso gap. Mi spiace ora non ho tempo di andare a controllare (ma lo farò più tardi).

  • Akainatsuki on 19 Dicembre 2012 at 2:29 pm said:

    Reply

    …Perché ho un vago ricordo di un mio pensiero quando ho visto 1.0 e l’entry plug con scritto 2014 (come nell’opening dell’anime)?

    “Oh, finalmente dei colori decenti!”
    Devo aver pensato così.

    Entry plug! Se avete il dvd del 1.0… controllate se in un qualche secondo compare l’entry plug con la data 😀

  • @CaskaLangley
    La teoria è plausibile ma potrebbe anche essere sbagliata.
    Io non mi fiderei tanto dei calendari.
    In particolare non condivido l’affermazione:
    “Le due date, invece, sono coerenti tra loro, segno che c’è stata un’attenzione specifica nel mostrarle.”
    O magari hanno fatto riferimento allo stesso calendario sbagliato.

    Tra i pro aggiungerei che la tecnologia del rebuild sembra più avanzata di quella dell’anime e la città di neo Tokio3 sembra più popolosa(vedi edificio in cui abita misato. I terrazzi sembrano tutti arredati e pieni di piante.)
    Quindi, magari è ambientato un po’avanti nel tempo rispetto alla serie.
    Ma potrebbe anche non entrarci niente.
    Magari l’hanno fatto solo per colpire di più lo spettatore.

    Morale della favola:
    Bo!

  • FrozenBrain on 19 Dicembre 2012 at 6:36 pm said:

    Reply

    Ci stavo ragionando su e mi è venuta in mente un’altra cosa. Sicuramente ve lo sarete già chiesti, ma quando parliamo di sequel/loop dove dobbiamo considerare il punto zero da cui ogni volta si riparte? Il fatto che abbiamo immagini discordanti fra il 2nd impact di NGE e quello del Rebuild farebbe pensare che il reset avvenga prima.

    • CaskaLangley on 23 Dicembre 2012 at 8:57 pm said:

      Reply

      Ci abbiamo ragionato sì, e più o meno abbiamo una teoria, ma cambia molto spesso X’D in linea di massima, secondo noi il save point è il momento in cui Shinji vede l’apparizione di Rei, nell’episodio 1.

      • FrozenBrain on 24 Dicembre 2012 at 12:30 am said:

        Reply

        Se così fosse starebbe a significare che tutto ciò avvenuto prima è una sorta di memoria collettiva passata da un ciclo all’altro, con le relative differenze . Inoltre la base sulla luna non sarebbe stata costruita ma sarebbe apparsa, diciamo così, dal nulla al momento del reboot.

        • CaskaLangley on 24 Dicembre 2012 at 12:35 am said:

          Reply

          Sulla prima parte sono d’accordo, sulla seconda puoi spiegarti meglio? Perché dovrebbe essere comparsa dal nulla? penso semplicemente che quello che accada in un ciclo, in qualsiasi modo continui, poi si ripercuota sul successivo perché “tutto cambia, niente si distrugge”.

          • FrozenBrain on 24 Dicembre 2012 at 1:14 am said:

            Nel ciclo precedente, quello di NGE, non c’era una base sulla luna (non avevano nemmeno la tecnologia per recuperare la lancia di Longinus scagliata dallo 00). Se il save point dal quale riparte il nuovo ciclo è l’apparizione di Rei a Shinji, in teoria in quel momento non dovrebbe esistere una base lunare; anche ammesso che inizino a costruirla in un secondo momento servirebbero comunque diversi mesi (o forse anni) per renderla operativa. Al contrario in 2.0 non solo è già terminata (o almeno così sembra) ma il Mark 6 è già praticamente ultimato.

          • CaskaLangley on 24 Dicembre 2012 at 1:17 am said:

            Beh, ma ogni ciclo si sviluppa in un modo diverso, no? Altrimenti non avrebbe affatto senso rifare, se tutto fosse identico. Semplicemente, nel Rebuild ci sono i presupposti (per esempio altri cicli passati che l’hanno preceduto?) per creare qualcosa come una base sulla luna.

          • FrozenBrain on 24 Dicembre 2012 at 1:18 am said:

            Ora che ci penso: la teoria da per scontato che NGE sia effettivamente il ciclo precedente al Rebuild. Quando Kaworu si risveglia dal sarcofago ci sono però quattro tombe (mi pare) già aperte. Se consideriamo NGE come il primo ciclo e teniamo presente il numero di bare, il Rebuild dovrebbe essere il quinto ciclo. Questo spiegherebbe la base lunare già ultimata e quindi l’avanzamento tecnologico. Quindi il Rebuild non si svolgerebbe nemmeno nel 2017 ma attorno al 2023 o giù di lì.

  • Quest’attesa mi sta facendo letteralmente impazzire, sto riguardando il 2.22 fotogramma per fotogramma e vedo indizi e strane facce Bardielesche in ogni macchia e riflesso sullo sfondo – tipo gli alieni di Mistero.
    Premesso questo, non vi pare che la data di morte di Yui sia preceduta da uno zero? Di solito c’è la data di nascita-trattino-data di morte (intendo ad es.: 1984 – 2004, o 1984/2004), ma qui alla sinistra del 2 ci vedo proprio uno 0, uguale a quelli di 2004! Mi rendo conto che è altamente improbabile, ma e se fosse una data molto più futuristica di quello che ci aspettiamo che cercano di nasconderci? Ammetto di non riuscire a capire a cosa possa servire non mostrare la data di nascita di Yui, la sua età al momento della morte mi sembra del tutto irrilevante.
    …se vaneggio visibilmente avvisatemi, ho bisogno d’aiuto.

    • CaskaLangley on 23 Dicembre 2012 at 8:59 pm said:

      Reply

      La data di morte è rilevante per il semplice fatto che ci offre un “anno zero” nel Rebuild, che non ha riferimenti temporali espliciti. Se effettivamente il Rebuild si svolge due anni dopo, è doppiamente strano che però la data di morte sia rimasta la stessa. Comunque stai tranquilla, ancora non deliri: anch’io l’avevo notato…

      • Certo, ma io intendo proprio la data di nascita. La data di morte apparentemente è in bella vista (quello zero tormenterà i miei sogni …in eterno, probabilmente), il mazzo di fiori sembra voler nascondere (siamo tutti d’accordo che hanno cambiato il design della tomba per un motivo, credo) proprio la data di nascita, che non ha alcuna necessità di essere nascosta. E questo mi fa pensare:
        1) o che ci sia qualcos’altro da nascondere, tipo una data assurda e presumibilmente post apocalittica;
        2) o che Anno si diverta crudelmente a trollarci anche con i dettagli più insulsi.
        Grazie, mi sento meno sola adesso <3

        • Quello zero prima di 2004 ha tolto almeno qualche decina di minuti di sonno anche a me, lieta di sapere che sono in buona compagnia XD
          Comunque dimentichiamo la terza ipotesi: che Anno non volesse nascondere proprio nulla XD
          Stento a crederci perchè ormai sono abituata a sospettare anche del numero di lattine di birra nel frigo di Misato, ma in effetti se il tempo fosse effettivamente slittato a causa dei loop, avrebbe avuto più senso cambiare la data di morte piuttosto che quella di nascita, o cambiarle entrambe. No?

          • Il bello (?) di appassionarsi ad Evangelion è che prima o poi tutti noi che lo seguiamo condividiamo le stesse paranoie *_*
            Comunque sono perfettamente d’accordo con te, ma è proprio questo che mi fa pensare… Nella serie originale la data era perfettamente leggibile, devi ammettere che coprirla deliberatamente è un po’ sospetto. Aggiungiamoci quell’ambiguo cerchietto semi-nascosto et voilà!, l’ennesimo trip mentale che probabilmente non verrà mai confermato o smentito D’:

          • Gabrihel on 5 Febbraio 2014 at 11:39 pm said:

            Signori e signore.. questo fatto è serio, bisogna ricercare.. a me sembra almeno un 102004 l’anno della morte di Yui Ikari… adesso bisogna fare un controllo incrociato con il lunedì 13 novembre e vedere se si tratta di un anno maggiore 102007 di almeno 9 anni..

  • Non so se sto per dire una cosa già detta o una stupidaggine! Ma alla fine di 2.0 , nel vedere l’Eva-01 che diventa un dio ( o come dico io: in modalità “shinji ha fatto di nuovo il cavolo che gli pareva) Misato dice “Le ali..Proprio come 15 anni fa”.
    Ora, se il Second Impact è stato nel 2006, significherebbe che al momento del risveglio dello 01 siamo tipo nel 2021 no? XD O sbaglio qualcosa io? (sono le 8 del mattino, ci sta benissimo che mi sia persa qualcosa per la via, mentre ragionavo!)

  • Non so se sto per dire una cosa già detta o una stupidaggine! Ma alla fine di 2.0 , nel vedere l’Eva-01 che diventa un dio ( o come dico io: in modalità “shinji ha fatto di nuovo il cavolo che gli pareva) Misato dice “Le ali..Proprio come 15 anni fa”.
    Ora, se il Second Impact è stato nel 2004, significherebbe che al momento del risveglio dello 01 siamo tipo nel 2019 no? XD O sbaglio qualcosa io? (sono le 8 del mattino, ci sta benissimo che mi sia persa qualcosa per la via, mentre ragionavo!)

  • Scusate il doppio commento ma mi ero accorta di aver scritto 2006 invece di 2004 XD Mi pareva di non averlo pubblicato e l’ho rincollato XD

  • Ok, mi ricorreggio di nuovo. Ho confuso la data del Second Impact con la data della morte di Yui. Perdono. XD

    • CaskaLangley on 7 Gennaio 2013 at 1:53 pm said:

      Reply

      Figurati, tranquilla. Quando hai per le mani i tremila fili di Eva a volte ti perdi nel districarli…XD

  • >Nel ciclo precedente, quello di NGE, non c’era una base sulla luna (non avevano nemmeno la tecnologia per recuperare la lancia di Longinus scagliata dallo 00). Se il save point dal quale riparte il nuovo ciclo è l’apparizione di Rei a Shinji, in teoria in quel momento non dovrebbe esistere una base lunare

    In realtà ci sono altre variabili antecedenti al momento del reset che sono cambiate: ad esempio, i cognomi di Yui e Kyoko – che fanno sospettare, almeno nel caso di Kyoko, che si tratti di persone diverse dalle madri della serie.
    Come si spiega?

  • Ritorno su questo argomento per segnalare due particolari che ho notato e che vorrei capire con voi.
    Primo riguarda la data sulla lapide che se notate ha una parentesi alla fine. Dopo il 4 c’è una piccola parentesi e la cosa potrebbe esserci anche prima del fantomatico 0 che ha la curva opposta ad una parentesi e non può essere quindi la parentesi di apertura. Voi cosa ne pensate?
    Secondo. Durante un dialogo sui vari children con il destino già scritto, fuyutsuki dice “come 14 anni fa”. A cosa fa riferimento? Non certamente al second impact dato che tutti fanno riferimento a 15 anni come arco temporale di distanza tra i tempi nel film e il second impact.

    • CaskaLangley on 10 Febbraio 2013 at 9:25 pm said:

      Reply

      Dunque, sì, la lapide è un tarlo che ogni tanto torna, anche perché l’attenzione con cui hanno nascosto la data fa pensare. Quando ai 14 anni eh, sarebbe bello saperlo X’D il “copione” deve essere stato scritto prima dell’Impact, che d’altra parte si sa che non è mai stato casuale.

  • Ma questo febbraio 2018 inizia di martedì o di giovedì? xD
    Battute a parte, nella scena si vede (coprendo Asuka xD) che il primo febbraio è giovedì, ma avete scritto martedì nel testo. Errore di battitura? 🙂

  • La sparo: magari il Rebuild non ha e non avrà mai una data in modo tale da essere svincolato internamente dal tempo. Anno nel manifesto dice che sentiva NGE vecchio, se però al RoE non si pone il vincolo del tempo, ecco che questo si può rileggere in qualsiasi epoca.
    Mi è venuto in mente questo, pensando al fatto che, seppur con le sottili differenze, non è che la “filosofia” umana moderna sia chissà quanto lontana da quella antica. Si pensi al semplice “conosci te stesso” già indicato nel tempio di Apollo di Delfi. Insomma, non è che sia una novità XD
    Slegando il RoE da un epoca ben precisa, e unendo a questo il possibile loop (che a meno di grandi rivelazioni nel quarto film, penso rimarrà più un concetto metaforico che non concreto) indicante la reiterazione delle situazioni e degli universi possibili, si giungerebbe ad una possibile interpretazione:
    in ogni universo, in ogni epoca, ci saranno sempre le difficoltà, perché così è quello che esiste, vai avanti Shinji/spettatore e trova il tuo ambiente. Boh, la sto pensando così XD

  • Ainulindale on 11 Settembre 2014 at 12:03 am said:

    Reply

    Ciao a tutti, solo di recente mi sono affacciato al mondo di Evangelion, tanto che ora sto guardando il primo film del Rebuild dopo aver finito la serie “classica”. Prima però ho deciso di fare una specie di preparazione psicologica su ciò che mi aspettava, ed ho letto un paio di teorie. Saltati i convenevoli, mi sono accorto di un altro possibile indizio che potrebbe confermare questa tesi. Nella serie, precisamente nel primo episodio, Misato dice che mancano ancora 33 rate da pagare per la macchina, mentre nel Rebuild esse sono diventate 12. Ora, non ci vuole un genio per capire che c’è una differenza di 21 mesi, per l’appunto quasi 2 anni. Mi scuso se qualcuno lo aveva già fatto notare o se è un indizio erroneo (Io seguo il doppiaggio Italiano, potrebbe essere stata una svista loro).

  • Salve a tutti, sopratutto ai Magi! Premetto che è la prima volta che commento, nonostante segua il sito da un paio di anni e abbia avuto la tentazione di commentare da altre parti (poi vedendo che altri avevano già postato quello che volevo scrivere io), e quindi vi ringrazio per il vaneggiare che mi avete aiutato ad alimentare in tutto questo tempo. Questo post mi era sfuggito, e finalmente ho trovato un luogo dove nessuno avesse ancora espresso il concetto che avrei voluto postare. Io ho sempre supposto che i loop (ormai dati per ovvi) si ripetessero da eventi scatenanti che avessero un “impatto” sull’universo tale da poter causare il loop stesso (una modificazione dello spazio-tempo, per dirla fantascientificamente), che da quel che ho capito io effettivamente tende ad un risultato di una scelta dell’umanità riguardo il perfezionamento che ancora non ha considerato, e il mio pensiero si è effettivamente rivolto all’evento che ha originato tutto ciò che abbiamo visto nell’EVAverse, cioè il Second Impact. Partendo da tale presupposto, i cicli che si susseguono sarebbero ricombinazioni di eventi influenzati in parte dalle anime stesse che ritornano alla forma originaria e in parte dalle informazioni lasciate dal precedente ciclo che non vengono annullate con il reset (la Terra, il tempo, la memoria di Kaworu, etc.). In tal caso i cicli avrebbero modo di modificarsi e adattarsi ogni volta in conseguenza dei cicli precedenti con un lasso temporale sufficiente affinché si possa svolgere il copione delle Pergamene del Mar Morto in “nuovi modi”, così da “spargere le informazioni e modificare il mondo”, fino a raggiungere la combinazione necessaria che possa porre fine ai loop, e tutto ciò senza intaccare i punti fissi che effettivamente si sono mostrati, come la morte di Yui, il progetto di perfezionamento e tutto il resto. Inoltre, con il ritrovamento delle pergamene, che io suppongo siano uno dei modi per cui gli eventi passano le informazioni da un loop all’altro, si avrebbe l’innesco del progetto della Seele, di Yui e di Gendo, cioè causando ciò che teoricamente non sarebbe possibile senza, cioè la modifica degli eventi che tendono alla conclusione del ciclo, che in realtà corrisponde ad un piano superiore per ottenere il risultato che è alla fine il pensiero di Yui, e di Anno. Avete mai considerato questa possibilità? In tal caso i calendari potrebbero essere anch’essi risultati casuali, e quindi apparire differenti semplicemente perché i ricordi sono leggermente differenti, prendendo come ipotesi che tutto il caos porvocato dal second impact possa aver manipolato parecchie informazioni.

Rispondi a Akainatsuki Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *