An ‘Eva’ song of Ice and Fire [contiene spoiler]

C’era una cosa, una, alla quale Evangelion non si era ancora rifatto: le favole. Ebbene, qualcuno forse se n’è accorto, perché lo staff è subito corso a rimediare; già nei primi 6 minuti e 38 secondi di Q, Mari chiama Asuka O-Hime-sanPrincipessa.

[3.0] “Come desideri, Principessa…!”

Precisiamolo: nemmeno noi potremmo fare supposizioni a partire da un nomignolo, specie quando ha una spiegazione così ovvia; è evidente che Asuka non fa altro che dare ordini a Mari, e per questo lei la prende in giro. Sappiamo inoltre che a Mari piace dare soprannomi (profetici, a quanto pare), come fece con Shinji “Cagnolino della Nerv” Ikari.

Tuttavia, questa distribuzione di titoli nobiliari è un’abitudine, in Q.
Incontrandolo nel Dogma, nell’ultima parte del film, Kaworu chiama Gendo “Re dei Lilin“. Questo è un po’ più strano, vero?

Va bene, ragioniamo. E per “ragioniamo” intendo “facciamoci seghe mentali a non finire su un’inezia”, è ovvio.

Gendo è sempre stato, metaforicamente, il “Re dei Lilim”, anche nella serie; lui, senza alcuna natura divina (se non quella acquisita forzatamente dall’embrione di Adam, che come per punizione gli viene strappato da Lilith), si arroga il diritto di dominare la razza umana. Persino la sua postazione sul ponte di comando, elevata rispetto agli altri, richiama l’idea di un trono.

I “Lilin”, lo sappiamo, sono così detti da Kaworu perché figli e discendenti di Lilith.
Una cosa davvero strana, nel Rebuild, è stata la scelta di rinominare Yui. Ancora non lo sapevate? Ebbene sì: è diventata Yui Ayanami. Si tratta di uno scossone enorme all’interno della trama, almeno per gli appassionati della serie. Abbastanza enorme da non poter essere analizzato qui, anche se (magari dopo la visione del film) ci torneremo. Vi basti sapere che abbiamo ipotizzato questo: la Yui del Rebuild è un clone tratto dal DNA della Rei Ayanami della serie. Lo so, è una cosa the fuck. Ve l’ho detto, che ne parleremo meglio. Per il momento, e per restare in tema con il post, tenetelo soltanto in considerazione (sì, lo so benissimo che adesso non penserete ad altro almeno per la prossima mezz’ora).
Rei, come ben sappiamo, era una parte di Lilith. Addirittura, nell’End, diventa Lilith.
Portiamo avanti la metafora: se Gendo è stato sposato con una discendente di Lilith – Yui Ayanami, la “Regina” – questo l’ha effettivamente reso il “Re”, no?

Pensiamo a un’altra cosa.
Quando lo vede sulla base di Tabgha, Kaworu chiama Gendo “Padre mio”. Questo, insieme alla mancanza dell’embrione di Adam, ci fa ipotizzare che Gendo l’abbia già in sé, e che sia quindi, in qualche modo, Adam. Questo lo renderebbe un discendente di Adam, coniugato a una discendente di Lilith. Un matrimonio per unire i regni, insomma. (Mi rendo perfettamente conto della follia di tutto questo, non credete.)
Qual è il risultato di questa unione? Un piccolo Principe Shinji.

A proposito: “Il Principe Felice e altri racconti” è proprio il libro che Rei tiene accanto agli occhiali di Gendo. Spoiler alert: il principe della storia non è affatto felice.

[2.0] Rei sta leggendo "The Happy Prince and other tales" di Oscar Wilde.

[2.0] Rei sta leggendo “The Happy Prince and other tales” di Oscar Wilde.

Un'immagine più chiara del libro, tratta dal Groundwork di 2.0.

Un’immagine più chiara del libro, tratta dal Groundwork di 2.0.

 

Andiamo avanti.

Alla fine di Q, Asuka dice a Shinji: “Andiamo dove ci sono i Lilin”.
La frase ha un’implicazione molto chiara: i tre piloti (anche Rei è presente) non sono più esseri umani.
Di Rei lo sappiamo. Altri momenti, in Q, fanno capire che la sua natura divina è rimasta anche nel Rebuild. Shinji, da parte sua, ha sfoderato un bel corredo di occhi rossi che ha reso necessario niente poco di meno che un dispositivo definito “anti-deificazione”. Asuka, invece, ha subito la contaminazione di Bardiel. In Q non ci viene detto niente di preciso, perché lei evita apposta l’argomento, ma è chiaro che qualcosa non va: quando attiva Za Bisto, l’occhio bendato si illumina di luce azzurra.

Torniamo alla nostra metafora.

Durante il combattimento nel Dogma, Mari grida a Shinji: “Almeno vai a salvare la Principessa!”. Una frase che, per tradizione, si rivolgerebbe a un Principe. A voler cercare un collegamento, Asuka nella serie è sempre stata, dal punto di vista di Shinji, un po’ come la Bella Addormentata. Ben quattro volte (la prima nell’episodio 9, la seconda in Air e le altre due nelle immagini durante il Perfezionamento in A te, il mio animo sincero) Shinji si dimostra attratto dalla bellezza vulnerabile di Asuka mentre dorme (perché quand’è sveglia si caga addosso, ovviamente). Questo lo metteva nella condizione di principe che non può, o non vuole, o non riesce, a svegliare la principessa. Non senza strangolarla, almeno.

[EoE] Immagini di Asuka che dorme. Si vedono sullo sfondo durante il Perfezionamento.

Anche in Q, tanto per cambiare, il Principe è inadempiente: Shinji si rifiuta di aiutare Asuka, come già aveva fatto in The End of Evangelion.
D’altra parte, nel Rebuild, Shinji sembra aver già scelto un’altra principessa; ha quasi distrutto il mondo, per lei. Si tratta della principessa che suo padre, il Re, ha scelto per lui, e verso la quale l’ha spinto sin dall’inizio.

Gendo ha un interesse, nell’avvicinare Rei a Shinji, proprio come un Re ce l’ha a combinare un matrimonio.
Ma qual è, questo interesse? E quanto le scelte di Gendo hanno effettivamente influenzato quelle di Shinji e Rei?
Bisogna valutare anche la possibilità che la storia procederà nel prendere il mito di Edipo alla lettera, portando Shinji ad uccidere Gendo per “sposare” Rei, l’avatar di sua madre, e diventare così il nuovo Re. Non sarebbe molto sano (infatti ad Edipo non è finita benone), ma ehi: Evangelion, ragazzi.

Di molte di queste cose parleremo meglio quando affronteremo finalmente il famigerato Patto con Lilith. Intanto, io non mi sono fatta scappare l’occasione per fare un’over-analisi, la qual cosa mi mette sempre di buon umore. Adesso vado a leggermi A song of Ice and fire, per stare in tema. Titolo calzante con le nostre principesse, devo dire.

Categorie Rebuild of Evangelion, RoE: Analisi

12 commenti

  • Nella vecchia serie le Rei sembravano condividere lo stesso animo ed alcuni ricordi.
    Rei III va da Shinji in EOE perchè, supponevo, condivide i ricordi di Rei II.
    E Rei II aveva un affetto per Shinji.

    Invece nel rebuild sembra che le Rei non abbiano niente a che vedere l’una con l’altra.
    Leggono libri diversi:
    Rei II leggeva libri di filosofia e biologia.
    La Rei di you can not advance legge Oscar Wilde.
    Dark Spiral Rei non legge niente.

    Bo! ?_?

    • CaskaLangley on 17 dicembre 2012 at 1:57 pm said:

      Reply

      Quello è perché nella serie l’anima passa da una Rei all’altra, mentre nel Rebuild è esplicito che l’anima di Rei è da qualche altra parte (Fuyutsuki dice nello 01) e la Rei attuale è “vuota”.

  • FrozenBrain on 17 dicembre 2012 at 5:48 pm said:

    Reply

    Ogni volta che leggo un vostro post non posso che rimanere a bocca aperta di fronte a quanti particolari riuscite a cogliere e a collegare insieme. Il che mi fa ovviamente capire che è meglio se la smetto di provare a teorizzare e lasciar fare i professionisti; cioè voi 🙂

  • Qui abbiamo l’apice della teorizzazione possibile! XD Incredibile, complimenti!
    Poi, considerando che in Evangelion NULLA è inserito a casaccio, la metafora della fiaba può essere possibilissima una volta notato il libro letto da Rei nel 2.0 (libro che con diverse inquadrature ci fanno notare spesso). Quello che mi chiedo, dunque, è perchè mai Gendo dovrebbe spingere Shinji verso Rei…un nuovo “matrimonio” per unire ancor di più i due “regni”? Forse questo sarebbe l’unico modo per entrare in nuovo ciclo/inizio? Ma allora Gendo dovrebbe essere al corrente di TUTTO, e non si spiega perchè nel 2.0 pensi che Yui sia ancora nell’Eva-01…anche se nel 3.0 sembra infine che si rivolga alla moglie “guardando da tutt’altra parte”. XD

  • Ciao, solo una segnalazione che però credo possa essere utili a tutti gli appassionati.

    Google ha messo on line i rotoli del mar morto, così ora sono consultabili da tutti (quelli che li riescono a leggere).

    Qui c’è il sito

    http://www.deadseascrolls.org.il/

    Se ne avete già parlato chiedo umilmente perdono

    Ciao e complimenti per tutto quello che fate per noi.

  • Nelle 2 immagini da EoE non si capisce una mazza. Qualcuno, usando Paint, potrebbe cortesemente delineare le forme di Asuka?

    • CaskaLangley on 23 settembre 2013 at 12:20 am said:

      Reply

      sono già photoshoppate al massimo possibile senza alterarle, lol. per quanto possibile a noi, almeno, di sicuro qualcuno saprebbe farlo meglio.

  • eri_chan on 14 aprile 2014 at 5:45 pm said:

    Reply

    è la prima volta che commento, ma ormai il sito lo conosco a memoria!! Siete mitici!!!
    Per la foto di Asuka che dorme potrei provare a modificarle per renderle un po’ più chiare!Complimenti per averle trovate, io non ci ho mai capito niente in quelle immagini dal film!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *